Cane e gatto possono seguire una dieta vegana?

Cane con cibo vegano e cane con piatto di carne

Molte persone, in particolare gli amanti degli animali, scelgono di seguire una dieta vegetariana o vegana.

Un recente studio ha scoperto che un numero sempre crescente di proprietari di animali domestici alimenta i propri cani e gatti in modo vegano.

Tuttavia, le diete prive di carne possono potenzialmente uccidere o causare comunque danni anche gravi alla salute degli animali domestici.

La forma dei denti di un animale e la lunghezza del suo intestino sono eccellenti indicatori del tipo di dieta necessaria per mantenere un buono stato di salute generale.

Osservando la dentatura di cani e gatti, è facile scoprire che si tratta di animali naturalmente carnivori ed è ormai noto che le diete a base di carne sono ricche di sostanze nutritive e risultano molto digeribili, il che significa che hanno bisogno di meno tempo per una corretta assimilazione.

Un gatto può seguire un regime alimentare vegano?

Un recente studio ha scoperto che un numero sempre crescente di proprietari di animali domestici alimenta i propri cani e gatti in modo vegano.

Tuttavia, le diete prive di carne possono potenzialmente uccidere o causare comunque danni anche gravi alla salute degli animali domestici.

La forma dei denti di un animale e la lunghezza del suo intestino sono eccellenti indicatori del tipo di dieta necessaria per mantenere un buono stato di salute generale.

Osservando la dentatura di cani e gatti, è facile scoprire che si tratta di animali naturalmente carnivori ed è ormai noto che le diete a base di carne sono ricche di sostanze nutritive e risultano molto digeribili, il che significa che hanno bisogno di meno tempo per una corretta assimilazione.

L’essere umano, in quanto onnivoro, può decidere in maniera relativamente tranquilla se optare per un regime alimentare di tipo vegetariano o vegano; ma cosa succede se tale ipotesi viene messa in atto per un gatto?

I gatti appartengono alla categoria dei “carnivori naturali”, ovvero, il gruppo di animali che per sopravvivere deve necessariamente nutrirsi di carne. Questo alimento, infatti, fornisce ai gatti un aminoacido essenziale chiamato taurina, nonché vitamine A e B, arginina e acido arachidonico.

Senza questi nutrienti, i gatti sviluppano una serie di problemi di salute tra cui patologie agli occhi e al fegato e insufficienza cardiaca.

Nel Regno Unito, i proprietari di gatti che decidono di nutrire i loro animali con una dieta vegana possono essere perseguiti ai sensi di legge secondo quanto stabilito dall’Animal Welfare Act.

Da questi dati, si evince come il rischio di morte sia particolarmente alto nei gatti alimentati con una dieta priva di carne.

Un cane può seguire un regime alimentare vegano?

La coevoluzione del cane domestico a contatto con i “compagni” umani ha comportato una serie di adattamenti per cui, sebbene il cane sia una animale dall’anatomia tipicamente carnivora, l’animale è portato a consumare anche cibi di tipo vegetale.

Tuttavia, i cani hanno comunque bisogno di seguire un regime alimentare facilmente digeribile e ricco di proteine in modo che i nutrienti necessari possano essere rapidamente assorbiti dall’organismo.

Per questo motivo, i cani vegani avranno più difficoltà a digerire l’alto contenuto di fibre presente nei cibi che compongono le diete a base vegetale e sono maggiormente a rischio di carenze di vitamina D e B.

In uno studio che riguarda l’esercizio intenso nei cani, si riporta un dato interessante: i cani che seguono una dieta a base vegetale mostrano maggiori danni a livello di circolazione sanguigna rispetto a quelli che seguono una dieta a base di carne.

Tuttavia, altri studi dimostrano come, in realtà, la salute e lo stato fisico generale del cane possa essere mantenuto inalterato anche nei casi di regime alimentare vegano.

Gli alimenti vegani sono adatti agli animali domestici?

Sebbene gli alimenti di origine vegetale e la carne possano contenere nutrienti simili, le fonti vegetali non sono sempre facilmente digeribili per gli animali domestici.

Le viscere corte di cani e gatti evidenziano come il tratto digerente di questi animali non sia particolarmente adatto all’assimilazione di alimenti vegetali; di conseguenza, fonti di proteine alternative alla carne, come ad esempio la soia, non sono adatte agli animali.

È difficile formulare con successo una dieta vegana sana dal punto di vista nutrizionale per gli animali domestici.

Cuccioli di cane e gatto, ad esempio, hanno un fabbisogno proteico particolarmente elevato e sottoporli a diete prive di carne sarebbe deleterio per il loro sviluppo e la loro crescita.

I sostenitori delle diete vegane per gatti, suggeriscono l’integrazione di sostanze nutritive come la vitamina A; è bene sapere però che troppa vitamina A nei gatti adulti può causare la fusione delle ossa, impedendo al gatto di muoversi naturalmente e causando dolori forti e persistenti.

Per capire meglio quali sono i possibili rischi di una dieta vegana per cane e gatto, è sempre bene rivolgersi al proprio veterinario di fiducia.

Luca Ninci

Ciao, mi chiamo Luca Ninci e da qualche anno insieme al mio team cerchiamo di aiutare i veterinari ad ottenere maggiore visibilità tramite gli infiniti strumenti che la rete mette a disposizione.

Lascia un commento

Chiudi il menu